Winart - Rivista Giapponese per gli amanti del vino


5 Dicembre 2013 - N.73
 
Cantine Lombardini
Il frutto reggiano e una sorridente conduzione familiare
Un allegro Lambrusco dal gusto fruttato facilmente avvicinabile
 
Nel mondo del Lambrusco oltre il 95% delle uve è sotto il controllo del Consorzio dei produttori, ciò comporta che le grandi aziende vinicole debbano, nella maggior parte dei casi, acquistarle dal Consorzio per poi sottoporle a seconda fermentazione con metodo Charmat.
 
Anche le Cantine Lombardini, con sede a Novellara in provincia di Reggio Emilia, hanno sempre prodotto Lambrusco in questo modo.
Un colore rosso violaceo intenso e giovane, un naso ricco di mora e mirtillo e un gusto fruttato che richiama alla mente un Beaujolais Nouveau.
 
Un Lambrusco con cui è estremamente facile entrare in confidenza.
La conduzione familiare delle Cantine Lombardini è affidata a papà Marco e alle sue tre figlie che gestiscono l’azienda in grande armonia.
Le bottiglie degustate, entrambe Reggiano DOC Lambrusco Rosso Secco, sono il Nubilaia (a sinistra) derivante da Salamino 100% e Il Campanone (a destra) ottenuto da un blend di uve Salamino e Marani.
 

Allegati

Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy Policy.
Accetto