Le fasi della degustazione

La DEGUSTAZIONE deve essere il più possibile obiettiva e deve permettere di cogliere e giudicare  la qualità del vino, sotto tutti gli aspetti: ricerca delle caratteristiche proprie di un vino, nonché eventuali difetti o malattie. Il tutto attraverso l' impiego di strumenti adeguati e di una terminologia apposita e specifica.

Ecco le 3 FASI della DEGUSTAZIONE:

-      ESAME VISIVO

-      ESAME OLFATTIVO

-      ESAME GUSTATIVO

 

ESAME VISIVO

Nell' esame visivo di un vino occorre utilizzare un bicchiere trasparente, senza decorazioni, per valutarne al meglio il COLORE e la LIMPIDEZZA. Per i vini spumanti occorre prendere in considerazione anche le DIMENSIONI e la DURATA delle BOLLICINE.

 

ESAME OLFATTIVO

Nell' esame olfattivo vengono presi in considerazione i seguenti fattori: intensità del profumo, la durata e gli eventuali aromi caratteristici.

I termini da utilizzare per la definizione degli aromi sono: fruttato se sono presenti sentori di frutta, floreali se ricordano il profumo dei fiori, speziati, legnosi o di lievito.

 

ESAME GUSTATIVO

Nell' esame gustativo vengono presi in considerazione gli aspetti della DOLCEZZA, l' ACIDITA', il CORPO, l' ARMONIA, la PERSISTENZA, l' INTENSITA', l' ALCOLOSITA' e l' ARMONIA complessiva.