Glossary
A B C D E F G H I L M N O P Q R S T U V Z

ABBOCCATO:
vino con leggero residuo zuccherino
ACERBO:
vino non ancora pronto , con acidità in eccesso
ACIDITà FISSA:
acidità determinata dagli acidi fissi (non volatili)
ACIDITà TOTALE:
somma dell' acidità, sia volatile che fissa- componente fondamentale di un vino
ACIDULO:
vino con acidità in eccesso
ALCOOLICO:
vino con elevato titolo alcolometrico (15-18 gradi)
AMABILE:
vino con chiara ma non predominante sensazione di dolcezza
AMBRATO:
colore di un vino bianco, in genere vini passiti, liquorosi
AMPIO:
caratteristica del profumo di un vino ricco e complesso
ANETO:
odore speziato che ricorda l' anice o il finocchio
ANNATA:
anno della vendemmia detto anche millesimo
ARMONICO:
vino equilibrato, con gli elementi che lo compongono nelle giuste proporzioni
AROMA:
sensazione olfattiva, dovuta ai profumi del vino dati dalla presenza di sostanze aromatiche
AROMATICO:
vino ricco di sostanze aromatiche, spesso derivanti dai componenti aromatici naturali del vitigno di provenienza
ASPREZZA:
caratteristica di un vino ruvido, aspro, astringente
ASTRINGENTE:
vino che asciuga la bocca, dovuto ad un eccesso di tannino
AUSTERO:
vino imponente, con bouquet ben definito, leggermente amarognolo
AUTENTICO:
sinonimo di “franco”; è un vino in cui si riconoscono pienamente le caratteristiche, soprattutto l' appartenenza ad un certo terroir
BARRIQUE:
tipica botte in legno di origine francese, costituita da doghe piegate a fuoco diretto, di capacità variabile; la più nota è la barrique bordolese con capacità 225 lt.; dona un aroma caratteristico di vaniglia ai vini che vi maturano
BOTTIGLIA:
recipiente di liquidi a collo stretto di capacità variabile
BOUQUET:
insieme dei profumi che un vino acquista con la maturazione
BRILLANTE:
vino chiaro con riflessi brillanti; termine usato in genere nell'esame visivo di vino bianco o meglio spumante
BRUCIATO:
odore che ricorda quello emanato da sostanze vegetali o da legna carbonizzata, sapore di bruciato, di cotto
BRUT:
champagne o spumante il cui zucchero residuo è inferiore a 15 g/l
CALDO:
vino ricco di alcool e glicerina che fanno percepire una sensazione calorica
CARATTERISTICO:
vino in cui risulta evidente la provenienza da un determinato vitigno
CARMINIO:
vino di colore rosso, leggermente violaceo
CARNOSO:
vino strutturato, di corpo, che lascia una sensazione di densità e soavità, come quando si morde un frutto
CHAMPENOISE:
cfr metodo classico
CHIARETTO:
vino rosso chiaro, quasi rosato, leggero
CONSISTENTE:
vino equilibrato, sodo, denso, armonico
CORPO:
struttura di un vino, vinoso, completo, denso
CORTO:
vino poco persistente in bocca
CUVEé:
operazioni di taglio di vari vini di diverse provenienze ed annate
DEBOLE:
vino molto leggero, incolore, povero di alcool
DEPOSITO:
sedimenti in sospensione nel mosto
DISARMONICO:
vino in cui è presente un forte squilibrio nei suoi componenti
D.O.C.:
denominazione di origine controllata
D.O.C.G.:
denominazione di origine controllata e garantita
DOLCE:
vino che contiene più di 50 gr. di zuccheri riduttori ( glucosio e fruttosio ) per litro. Vino che ha un sapore dolce in equilibrio con gli altri componenti sapidi
DORATO:
colore di vini bianchi di corpo o passiti in barrique
DURO:
vino giovane privo di morbidezza, rotondità, poco vellutato e gradevole
EFFERVESCENZA:
presenza di anidride carbonica che si manifesta con la presenza di bollicine più o meno grandi ( più sono fini e persistenti, migliore è la qualità)
ELEGANTE:
vino equilibrato, fine, delicato
EQUILIBRATO:
vino in cui le componenti principali sono in equilibrio fra di loro
ERBACEO:
sentore vegetale tipico di alcuni vitigni ( cabernet e merlot ), di vini giovani o fatti con uve non perfettamente mature
ETEREO:
sentore dei vini di lungo affinamento in botte e bottiglia dovuta, appunto, agli eteri
EXTRA BRUT:
spumanti o champagne con sostanze zuccherine residue entro i 6 gr/lt
EXTRA DRY:
spumanti o champagne con sostanze zuccherine residue comprese fra i 12 e i 20 gr/lt.
FECCIOSO:
vino con odore sgradevole di feccia
FERMENTAZIONE ALCOLICA:
processo chimico ad opera di lieviti per il quale gli zuccheri vengono trasformati in alcool e anidride carbonica
FERMENTAZIONE MALOLATTICA:
avviene dopo quella primaria ( alcolica ) ed è la trasformazione dell' acido malico in acido lattico sotto l' azione di batteri. In genere si sviluppa con i primi caldi in primavera e determina una perdita di acidità totale
FILIFORME:
vino schietto, delicato, fresco, senza spessore o densità particolari
FILTRAGGIO:
operazione di chiarificazione, che consente nel filtrare il vino per separarlo dalla sospensione di sostanze solide
FINE:
elegante ne profumi e armonico nel gusto
FLOREALE:
profumo dato da un' insieme di note fiore
FLUIDO:
vino inconsistente, versandolo nel bicchiere scorre come se fosse acqua
FRAGILE:
vino delicato se soggetto ad alterazioni, con l' esposizione all' aria o agli spostamenti
FRAGRANTE:
riferito al profumo, intenso, fine ed elegante
FRESCO:
di gradevole acidità
FRUTTATO:
con sentore di frutta
GENEROSO:
vino denso, di corpo
GIOVANE:
vino che non presenta ancora sensazioni ben equilibrate tra loro, che ha bisogno di affinamento
GRADO:
ciascuno degli stati intermedi di una grandezza misurabile
GRANATA:
colore tipico di grandi vini rossi da invecchiamento
I.G.T.:
indicazione geografica tipica
INCISIVO:
vino vivace, mordente, assai acido
INTENSO:
nel colore indica la tonalità, nel profumo l' ampiezza, nel gusto l' intensità
LEGGERO:
vino di bassa gradazione alcolica
LIEVITO:
complesso di miceti unicellulari che sono in grado di provocare, mediante enzimi da loro prodotti, la fermentazione alcolica
LIQUOROSO:
somigliante ad un liquore per struttura e dolcezza
LIMPIDO:
vino trasparente chiaro, privo di sostanze in sospensione
MAGRO:
debole, povero di corpo
MORBIDO:
vino equilibrato e con una certa rotondità, dovuta all' abbondanza di alcool e glicerina
NETTO:
profumo o gusto pulito, senza difetti
ODORE:
sensazione a livello del senso dell' olfatto causata dalla emanazione di molecole volatili di un corpo, molto varia nel caso dei vini
ONESTO:
vino senza difetti, schietto, dal gusto sincero
OSSIDATO:
a causa del contatto con l' aria, il vino ha perso freschezza ed ha assunto un colore più scuro ed opaco
PAGLIERINO:
colore giallo chiaro e brillante che somiglia alla paglia di grano
PASSITO:
vino ottenuto da uve appassite ( naturalmente sulla pianta o su graticci ), con elevato contenuto alcolico e zuccherino
PASTOSO:
ricco di zuccheri e glicerina
PENETRANTE:
odore acuto talvolta sgradevole
PERSISTENZA:
durata delle sensazioni gustose ed olfattive, proporzionale alla qualità
PESANTE:
vino troppo tannico, denso e colorato, troppo strutturato e disarmonico
PIATTO:
vino privo di carattere e di acidità
PIENO:
ricco di corpo e struttura, equilibrato
PORPORA:
classico odore dei vini rossi giovani e leggeri (vino novello)
PRONTO:
vino adatto ad essere bevuto senza ulteriore invecchiamento
RETROGUSTO:
sensazioni che si provano dopo aver deglutito il vino
ROBUSTO:
vino ben strutturato, di carattere, pieno, completo
ROSATO:
colore dei vini vinificati in rosato
ROTONDO:
si dice di vino morbido, con moderata acidità e corpo
RUBINO:
classico colore dei vini rossi giovani
RUVIDO:
vino giovane, appena spillato, con solidi presenti in sospensione
SAPIDO:
ricco di sali minerali
SECCO:
vino sprovvisto di zuccheri riduttori
SEDIMENTO:
deposito solido che si forma sul fondo delle bottiglie di vino durante l' invecchiamento o l' elaborazione, non provoca peggioramenti qualitativi
SPUMANTE:
vino effervescente, contenente un eccesso di anidride carbonica, causata dalla fermentazione alcolica in bottiglia
SPUNTO:
eccesso di componenti volatili sgradevoli (ricorda quello dell' aceto)
STRUTTURA:
l' insieme dei componenti del vino
SVANITO:
si dice di un vino restato eccessivamente esposto all' aria, con perdita delle caratteristiche
TAGLIO:
mescolanza di vini diversi
TANNINO:
sostanza ceduta al vino dalla buccia dell' uva prima e dalle botti di legno poi, importante per il colore e per la conservazione. Da un gusto astringente e ruvido che si attenua con l' invecchiamento
TANNICO:
vino contenente tannini, molto asciutto, atringente e aspro
TENUE:
vino povero dal punto di vista del gusto, vuoto
TERROIR:
insieme di territorio, vitigno e tecniche di vinificazione che determinano il carattere unico di un vino
TRANQUILLO:
vino che ha terminato la fermentazione e non presenta tracce di anidride carbonica, vino fermo, non effervescente, pacifico
VECCHIO:
vino con evidenti cedimenti, di una o più, delle sue caratteristiche
VELATO:
poco limpido, che presenta accentuata opalescenza
VELLUTATO:
vino armonico e morbido
VINOSO:
si dice di vino giovane con profumo che ricorda il mosto
VITIGNO:
tipo di pianta ( esistono una molteplicità di vitigni, ognuno dona al vino determinate caratteristiche
VISCOSO:
vino che scende nel bicchiere in modo pesante quasi fosse una sostanza sciropposa
VIVACE:
presenza tracce di anidride carbonica
V.Q.P.R.D.:
vini di qualità prodotti in regioni determinate – classificazione europea per i vini